Il mio viaggio con Tony – capitolo 22.

22. Destino finanziario: piccoli passi per una piccola o grande fortuna

Obiettivo: prendere in mano le redini del vostro futuro economico, imparando i cinque elementi fondamentali per raggiungere la ricchezza.

Molte persone credono che tutte le difficoltà sparirebbero se solo avessero più denaro.

Non c’è credenza più fasulla.

Molte persone credono che una maggiore libertà finanziaria non offrirebbe loro maggiori opportunità di espansione.

Non c’è credenza più fasulla.

Nel caso del denaro molto spesso inviamo segnali contrastanti ed associamo sensazioni miste di dolore e piacere per cui otteniamo risultati contrastanti.

Le nostre credenze qui giocano un ruolo fondamentale:


I segreti per creare una ricchezza duratura:

  1. La capacità di ricchezza: potreste guadagnare mille volte di più rispetto a quanto guadagnate ora a patto che DIVENTIATE MILLE VOLTE Più PREZIOSI PER LA VOSTRA AZIENDA O PER IL VOSTRO PROSSIMO. AUMENTATE IL VOSTRO VALORE.
  2. Conservate la vostra ricchezza: spendete meno di quanto guadagnate e investite la differenza.
  3. Accrescete la vostra ricchezza: simile al punto 2 con un’aggiunta: reinvestite anche il frutto dell’interesse composto. È l’interesse composto infatti che permetterà al denaro di lavorare per voi.
  4. Proteggete la vostra ricchezza.
  5. GODETEVI LA RICCHEZZA.

 


Considerazioni / Reazioni

Non ho mai conosciuto, fino ad ora, persone ricche ( non arricchite ) non equilibrate. Ci sarà un motivo.

Abbiamo la tendenza a gestire i nostri soldi allo stesso modo delle nostre emozioni e dei nostri pensieri.

Se solo potessimo far diventare materia le nostre emozioni ed i nostri pensieri e, per esempio, farli diventare denaro, secondo me, impareremmo subito a gestirli.

Se solo potessimo capire che sono proprio queste emozioni e questi pensieri la chiave per aprire la porta che conduce all’abbondanza allora tutti saremmo motivati nel prendere potere sul nostro mondo interno.

Perché la chiave è li.

Non casualmente Tony parla di soldi dopo le emozioni, dopo il fisico, dopo le relazioni.

Se non riusciamo ad assumerci la responsabilità dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, del nostro stato psico-fisico, come possiamo gestire le nostre finanze?

Non sono i soldi la base delle nostre scelte ma sono le nostre scelte che costituiranno un limite oppure una fonte d’abbondanza per noi, per la nostra vita, per il nostro futuro anche economico.

C’è una cosa importante che dice Tony:

DARE.

SE VUOI AVERE DEVI DARE.

Dare cosa?

Il tuo valore.

Chi sei?

Scopri i tuoi talenti. Il tuo valore.

Cosa sai fare?

Fallo.

Fallo

e

Dallo.

A chi?

Agli altri.

Ognuno di noi possiede qualcosa di speciale ed è questo qualcosa che dobbiamo mettere in circolo.

Quando iniziamo a DARE allora il Mondo ci risponde e ci dà a sua volta.

Anche in termini economici.

Se non riusciamo ad assumerci la responsabilità dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, del nostro stato psico-fisico, come possiamo gestire le nostre finanze?

Qualcuno potrebbe dire: “Semplice, le mie finanze me le faccio gestire da qualcun altro!”

Perfetto.

Cosa accadrebbe se un’altra persona gestisse i tuoi sentimenti e i tuoi pensieri? Le tue giornate? Le tue relazioni? Il tuo tempo libero? …

Ora: se i tuoi soldi fossero tempo, emozioni, sentimenti, pensieri… li lasceresti gestire ugualmente da qualcun altro?

Con questo non voglio dire che non dobbiamo farci aiutare.

Infatti andiamo dallo psicologo, dal medico, dal counselor, così come dalla sarta, dal calzolaio, dal meccanico per risolvere altri problemi…

Voglio dire che dobbiamo sempre sapere cosa stiamo facendo, dobbiamo sempre essere al corrente e responsabili delle scelte che operiamo, dobbiamo sempre essere informati di quello che accade ai nostri soldi così come esigeremmo chiarezza da una qualsiasi altra persona che si occupa della nostra salute o dell’educazione dei nostri figli (“nostri” è un termine improprio per me ma compenso con i miei sei nipoti quindi potrei utilizzare “nipoti”, ecco).

Insomma ripeto e lo ripeto soprattutto per me, per prima:

Se non riusciamo ad assumerci la responsabilità dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, del nostro stato psico-fisico, come possiamo gestire le nostre finanze?

…vado a farmi il CNA (capitolo 6) rispetto alle finanze.

Vediamo un po’ come posso modificare le mie credenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: